Gianpaolo Tocco, il Presidente di Erbemedicali parla della Sindrome delle Gambe Senza Riposo: Cause, Sintomi e Cure farmacologiche attualmente in uso.

In questo video Gianpaolo presenta il Trattamento erboristico lenitivo della Sindrome delle Gambe Senza Riposo:
il VEROGEL svolge una immediata riduzione dei fastidiosi sintomi della Sindrome da Gambe Senza Riposo (fremiti, tremori, dolori etc.), la curcumina HBA presente nel Curcumiele svolge azione ricostituente e ristutturante del sistema nervoso centrale.

Gianpaolo Tocco ospite di Laboratorio Salute su TELECOLOR (CH 18) Martedì ore 23:30, Giovedì ore 20.30, Sabato ore 20:30

La Sindrome delle Gambe Senza Riposo In Breve

Partiamo da un’osservazione scientifica: sempre più persone soffrono di Sindrome delle Gambe Senza Riposo (in inglese Restless Legs Syndrome, RLS) anche a causa di una vita sempre più frenetica e con tanti fattori di stress. Tuttavia, spesso, questa sindrome non è conosciuta ne tantomeno riconosciuta, e ciò provoca spesso una sottovalutazione della stessa e un intervento tardivo rispetto alla comparsa dei sintomi.
E’ quindi fondamentale capire come si manifesta per poterne fronteggiare l’evoluzione.

La Sindrome delle Gambe Senza Riposo è un disturbo che provoca un bisogno urgente e incontrollabile di muovere le gambe, spesso accompagnato da sensazioni di grande disagio che si manifestano con:

fremiti muscolari che colpiscono le gambe dalla coscia al polpaccio alle caviglie (simili a scosse)

dolore anche intenso, talvolta diffuso talvolta localizzato

bruciore

– sensazioni varie sulle gambe (prurito, arrossamenti localizzati, tensioni etc.)

Una delle caratteristiche della Sindrome delle Gambe Senza Riposo è proprio quella legata al “quando“: essa, infatti, si manifesta principalmente nei momenti di stasi del soggetto (tipicamente quando si è seduti o stesi a letto)

Questo ha un impatto elevatissimo sulla qualità della vita delle persone, perché, tipicamente, chi soffre di questa sindrome ha difficoltà ad addormentarsi, a rimanere addormentato (fenomeno del microsonno) da cui derivano, dopo una o più notti insonni o con sonno gravemente disturbato, i sintomi della stanchezza e del torpore con colpi di sonno durante il giorno.

Inoltre, la mancanza di sonno compromette le normali attività quotidiane, come lo studio e l’attività lavorativa e, nel tempo, è possibile cadere in stati depressivi o di ansia, con sbalzi d’umore e altri disagi psicologici.

La causa della Sindrome delle Gambe Senza Riposo non è stata ancora definitivamente accertata e, anzi, l’orientamento scientifico è quello di considerare che esistano molte cause e concause che portano allo stesso risultato.

Pur restando molti dubbi sulla sua eziopatogenesi, nel mondo medico si ipotizzano cause legate a: Insufficienza renale, Morbo di Parkinson, Diabete, Artrite reumatoide, Carenza ferro, Gravidanza, Stati infiammatori generici nel soggetto ma anche stati di ansia e stress.

E’ stato osservato che patologie anche lievi in atto e/o alcune terapie farmacologiche, spesso causano o fanno peggiorare l’intensità dei sintomi.

Pur trattandosi di “ipotesi”, possiamo comunque dire che la Sindrome delle Gambe Senza Riposo, seppur talvolta invalidante o comunque molto impattante nella qualità della vita, non rappresenta in se un rischio patologico grave, ma, proprio per la sua fastidiosa comparsa notturna, piuttosto provoca gravissime carenze di riposo (sonno) che a loro volte possono generare problemi organici anche gravi.

Le terapie farmacologiche oggi praticate nel caso della Sindrome delle Gambe Senza Riposo sono, spesso, da considerarsi “tentativi” proprio per il fatto che l’eziopatogenesi della sindrome è ancora sconosciuta e, quindi, non essendo chiara la causa è complesso anche definire la strategia di cura.
C’è inoltre da tenere in considerazione che le terapie comunemente usate sono da considerarsi piuttosto “impegnative” per il paziente da un punto di vista dell’impatto:

A – Farmaci dopamino-agonisti: Sono diverse molecole (comunemente utilizzate per trattare il Morbo di Parkinson), che agiscono ripristinando il corretto funzionamento della trasmissione nervosa di dopamina

B – Farmaci sedativi: Sono essenzialmente alcune benzodiazepine fondamentali quando la RLS impedisce al paziente di dormire in modo adeguato.

C – Farmaci Anticonvulsivanti: Sono utilizzati nel trattamento dell’epilessia e sono anche impiegati per la Sindrome delle Gambe Senza Riposo. Negli ultimi queste molecole sono diventate una valida alternativa ai dopamino-agonisti per la loro efficacia ed il basso rischio di effetti collaterali.

D – Oppioidi: Sono molecole impiegate solo in casi sporadici e selezionati oppure in presenza di sintomatologia dolorosa collegata alla malattia

In tutti i casi, queste sostanze vanno assunte dietro consulto del proprio medico curante o di uno specialista.

La Sindrome delle Gambe Senza Riposo In Breve

Partiamo da un’osservazione scientifica: sempre più persone soffrono di Sindrome delle Gambe Senza Riposo (in inglese Restless Legs Syndrome, RLS) anche a causa di una vita sempre più frenetica e con tanti fattori di stress. Tuttavia, spesso, questa sindrome non è conosciuta ne tantomeno riconosciuta, e ciò provoca spesso una sottovalutazione della stessa e un intervento tardivo rispetto alla comparsa dei sintomi.

E’ quindi fondamentale capire come si manifesta per poterne fronteggiare l’evoluzione.

La Sindrome delle Gambe Senza Riposo è un disturbo che provoca un bisogno urgente e incontrollabile di muovere le gambe, spesso accompagnato da sensazioni di grande disagio che si manifestano con:

fremiti muscolari che colpiscono le gambe dalla coscia al polpaccio alle caviglie (simili a scosse)

dolore anche intenso, talvolta diffuso talvolta localizzato

bruciore

– sensazioni varie sulle gambe (prurito, arrossamenti localizzati, tensioni etc.)

Una delle caratteristiche della Sindrome delle Gambe Senza Riposo è proprio quella legata al “quando“: essa, infatti, si manifesta principalmente nei momenti di stasi del soggetto (tipicamente quando si è seduti o stesi a letto)

Questo ha un impatto elevatissimo sulla qualità della vita delle persone, perché, tipicamente, chi soffre di questa sindrome ha difficoltà ad addormentarsi, a rimanere addormentato (fenomeno del microsonno) da cui derivano, dopo una o più notti insonni o con sonno gravemente disturbato, i sintomi della stanchezza e del torpore con colpi di sonno durante il giorno.

Inoltre, la mancanza di sonno compromette le normali attività quotidiane, come lo studio e l’attività lavorativa e, nel tempo, è possibile cadere in stati depressivi o di ansia, con sbalzi d’umore e altri disagi psicologici.

La causa della Sindrome delle Gambe Senza Riposo non è stata ancora definitivamente accertata e, anzi, l’orientamento scientifico è quello di considerare che esistano molte cause e concause che portano allo stesso risultato.

Pur restando molti dubbi sulla sua eziopatogenesi, nel mondo medico si ipotizzano cause legate a: Insufficienza renale, Morbo di Parkinson, Diabete, Artrite reumatoide, Carenza ferro, Gravidanza, Stati infiammatori generici nel soggetto ma anche stati di ansia e stress.

E’ stato osservato che patologie anche lievi in atto e/o alcune terapie farmacologiche, spesso causano o fanno peggiorare l’intensità dei sintomi.

Pur trattandosi di “ipotesi”, possiamo comunque dire che la Sindrome delle Gambe Senza Riposo, seppur talvolta invalidante o comunque molto impattante nella qualità della vita, non rappresenta in se un rischio patologico grave, ma, proprio per la sua fastidiosa comparsa notturna, piuttosto provoca gravissime carenze di riposo (sonno) che a loro volte possono generare problemi organici anche gravi.

Le terapie farmacologiche oggi praticate nel caso della Sindrome delle Gambe Senza Riposo sono, spesso, da considerarsi “tentativi” proprio per il fatto che l’eziopatogenesi della sindrome è ancora sconosciuta e, quindi, non essendo chiara la causa è complesso anche definire la strategia di cura.
C’è inoltre da tenere in considerazione che le terapie comunemente usate sono da considerarsi piuttosto “impegnative” per il paziente da un punto di vista dell’impatto:

A – Farmaci dopamino-agonisti: Sono diverse molecole (comunemente utilizzate per trattare il Morbo di Parkinson), che agiscono ripristinando il corretto funzionamento della trasmissione nervosa di dopamina

B – Farmaci sedativi: Sono essenzialmente alcune benzodiazepine fondamentali quando la RLS impedisce al paziente di dormire in modo adeguato.

C – Farmaci Anticonvulsivanti: Sono utilizzati nel trattamento dell’epilessia e sono anche impiegati per la Sindrome delle Gambe Senza Riposo. Negli ultimi queste molecole sono diventate una valida alternativa ai dopamino-agonisti per la loro efficacia ed il basso rischio di effetti collaterali.

D – Oppioidi: Sono molecole impiegate solo in casi sporadici e selezionati oppure in presenza di sintomatologia dolorosa collegata alla malattia

In tutti i casi, queste sostanze vanno assunte dietro consulto del proprio medico curante o di uno specialista.

Il Trattamento Erboristico per la Sindrome delle Gambe Senza Riposo

Il trattamento con VEROGEL non può essere considerato terapeutico e sostitutivo dei farmaci prescritti dal medico, ma l’azione lenitiva istantanea del VEROGEL può ridurre immediatamente i sintomi della Sindrome delle Gambe Senza Riposo.

VEROGEL, elimina in pochi minuti i sintomi della Sindrome da Gambe Senza Riposo Verogel è il primo gel erboceutico al mondo che elimina in pochi minuti i sintomi della Sindrome da Gambe Senza Riposo (tremori, fremiti, dolore etc.). L’azione lenitiva (talvolta addirittura risolutiva dei sintomi), risulta un grande aiuto per le persone che ne soffrono, può durare da qualche ora a diversi giorni.

Le statistiche di Customer Satisfaction effettuata da un ente indipedente mostrano: A) nel 90% dei casi il risultato è la scomparsa totale dei sintomi per alcune ore B) nel 5% dei casi è buono, con un ottima sensazione di sollievo ma non duraturo C) nel 5% dei casi non si ha alcun effetto Nel 90% dei casi il risultato è risolutivo dei sintomi per almeno 24/48 ore. Da osservazioni interne all’azienda si è notato, in alcuni casi, la scomparsa dei sintomi per parecchie settimane (fino a 25 settimane) se in combinazione con l’effetto sistemico del Curcumiele.

Per ogni area del corpo da trattare va utilizzata una quantità di prodotto idonea e che essa corrisponde ad un volume pari o poco superiore a una nocciola. Per il trattamento di ogni area, versare sul palmo della mano una quantità di prodotto e distribuire con movimento lineare (non rotatorio), esercitando un massaggio energico ma breve (5-6 secondi). E’ possibile ripetere l’applicazione su più aree del corpo e per molti giorni consecutivamente senza timore di effetti collaterali; non vi è, infatti, rischio di sovradosaggio.

Il prodotto non ha mostrato alcuna controindicazione e non ha mostrato effetti collaterali di alcun tipo salvo nelle persone intolleranti al mentolo in cui possono comparire lievi e temporanee irritazioni del derma e alle quali è sconsigliato l’utilizzo. Il preparato erboristico VEROGEL e tutti i suoi componenti non danno assuefazione e l’utilizzo quotidiano anche continuato nel tempo non compromette la loro efficacia. Avvertenze: Si consiglia di evitare di portare il prodotto a contatto con le mucose (narici e cavo orale) e a contatto con gli occhi e i genitali per la sola ragione che vi potrebbe essere un senso di bruciore intenso; in caso di contatto si consiglia di sciacquare abbondantemente con acqua fredda ed eventualmente di detergere con del sapone neutro.

Oltre ai principi attivi dell’Arnica Montana, dell’Artiglio del Diavolo, della Centella Asiatica e della Vite Rossa, VEROGEL è ricco dei principi attivi di una rarissima Menta fluviale (Orinoco) da cui si ottengono particolari cristalli di Mentolo che hanno proprietà lenitive dei sintomi derivati da alterazioni del sistema nervoso periferico.

VEROGEL, elimina in pochi minuti i sintomi della Sindrome da Gambe Senza Riposo Verogel è il primo gel erboceutico al mondo che elimina in pochi minuti i sintomi della Sindrome da Gambe Senza Riposo (tremori, fremiti, dolore etc.). L’azione lenitiva (talvolta addirittura risolutiva dei sintomi), risulta un grande aiuto per le persone che ne soffrono, può durare da qualche ora a diversi giorni.

Le statistiche di Customer Satisfaction effettuata da un ente indipedente mostrano: A) nel 90% dei casi il risultato è la scomparsa totale dei sintomi per alcune ore B) nel 5% dei casi è buono, con un ottima sensazione di sollievo ma non duraturo C) nel 5% dei casi non si ha alcun effetto Nel 90% dei casi il risultato è risolutivo dei sintomi per almeno 24/48 ore. Da osservazioni interne all’azienda si è notato, in alcuni casi, la scomparsa dei sintomi per parecchie settimane (fino a 25 settimane) se in combinazione con l’effetto sistemico del Curcumiele.

Per ogni area del corpo da trattare va utilizzata una quantità di prodotto idonea e che essa corrisponde ad un volume pari o poco superiore a una nocciola. Per il trattamento di ogni area, versare sul palmo della mano una quantità di prodotto e distribuire con movimento lineare (non rotatorio), esercitando un massaggio energico ma breve (5-6 secondi). E’ possibile ripetere l’applicazione su più aree del corpo e per molti giorni consecutivamente senza timore di effetti collaterali; non vi è, infatti, rischio di sovradosaggio.

Il prodotto non ha mostrato alcuna controindicazione e non ha mostrato effetti collaterali di alcun tipo salvo nelle persone intolleranti al mentolo in cui possono comparire lievi e temporanee irritazioni del derma e alle quali è sconsigliato l’utilizzo. Il preparato erboristico VEROGEL e tutti i suoi componenti non danno assuefazione e l’utilizzo quotidiano anche continuato nel tempo non compromette la loro efficacia. Avvertenze: Si consiglia di evitare di portare il prodotto a contatto con le mucose (narici e cavo orale) e a contatto con gli occhi e i genitali per la sola ragione che vi potrebbe essere un senso di bruciore intenso; in caso di contatto si consiglia di sciacquare abbondantemente con acqua fredda ed eventualmente di detergere con del sapone neutro.

Oltre ai principi attivi dell’Arnica Montana, dell’Artiglio del Diavolo, della Centella Asiatica e della Vite Rossa, VEROGEL è ricco dei principi attivi di una rarissima Menta fluviale (Orinoco) da cui si ottengono particolari cristalli di Mentolo che hanno proprietà lenitive dei sintomi derivati da alterazioni del sistema nervoso periferico.

Verogel 500 ml

Maxi Conf. Verogel

€ 89.00 – €146.00 spese di spedizione gratuite

Verogel

Verogel

€ 39.00 – €44.00 spese di spedizione gratuite

Kit Gambe Senza Riposo

Kit Gambe Senza Riposo

€ 79.00 – €108.00 spese di spedizione gratuite

Consegna in 24/48 h

Spese di spedizione Gratuite per ordini superiori a € 35.00.

Riferimenti Scientifici

– SUPER PROMO SALICINA –

Per Ordini Superiori a 45€

Potrai acquistare SALICEM la Vera Aspirina Naturale a soli 10€ invece che 39€ inserendo alla cassa il Codice Sconto: SALICEM18